Bibbia - Beth Shalom Chiesa Evangelica Battista

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ma Gesù rispose loro: Voi errate, perché non conoscete le Scritture, né la potenza di Dio 
Matteo 22.29

Quante volte presentando la Bibbia quale Parola di Dio abbiamo ricevuto parole di benevolo compatimento? Certi nostri interlocutori sono creduli in Dio ma increduli circa il Suo rivelarsi e comunicarsi.  Ed essere creduli è assai diverso dall’essere credenti, poiché credulità dà luogo a dei mali spirituali [tradizione, superstizione, razionalizzazione].
La Scrittura non può essere annullata (Gv 10,35) e va dunque difesa.
Essere Cristiani ed Evangelici significa esporsi a critiche: ci accusano di presentare un tiranno di carta perché non sanno riconoscere le vite trasformate, affermando che siano condizionate dalla comprensione letteralista della Bibbia. I fatti però stanno diversamente: noi prendiamo sul serio -per mezzo dello Spirito- tutta la Scrittura (cf. 2Ti 3,16-17), conformandoci a ciò che Dio vuole per noi. È fuorviante dire che la Bibbia sia gravosa per l’uomo moderno:
I precetti del SIGNORE sono giusti, rallegrano il cuore; il comandamento del SIGNORE è limpido, illumina gli occhi. Il timore del SIGNORE è puro, sussiste per sempre; i giudizi del SIGNORE sono verità, tutti quanti son giusti, son più desiderabili dell’oro, anzi, più di molto oro finissimo; son più dolci del miele, anzi, di quello che stilla dai favi. Anche il tuo servo è da essi ammaestrato; v’è gran ricompensa a osservarli (Sl 19,8-11); Oh, come sono dolci le tue parole al mio palato! Son più dolci del miele alla mia bocca (Sl 119,103); E i suoi comandamenti non sono gravosi (1Gv 5,3).
All’opposto, veniamo biasimati perché a motivo di così tante denominazioni e dottrine, stiam strumentalizzando la Scrittura a nostro piacimento [il filosofo Voltaire diceva che i protestanti fanno della Bibbia un naso di cera], e tale fu l’atteggiamento dei religiosi che si opposero al Signore Gesù. Ma i cristiani secondo l’Evangelo non agiscono così, perché:
·        Beneficiano dell’ammaestramento dello Spirito Santo (Gv 14,26);
·        Hanno la mente di Cristo (1Co 2,16);
·        Hanno l’unzione (1Gv 2,20-27).
A conclusione, vi esorto a non accontentarvi di dire che la Bibbia è autorevole. Essa è Parola di Vita (Flp 2,16) e chi è spiritualmente morto non può gustarla. Ma diamo gloria a Dio perché Egli prese l’iniziativa per salvarci, poiché la salvezza comporta la ricezione della Vita nuova in Dio.
E come l’Altissimo compie ciò? ricordiamoci della visione di Ezechiele circa le ossa secche:
Egli mi disse: «Profetizza su queste ossa, e di’ loro: "Ossa secche, ascoltate la parola del SIGNORE! Così dice DIO, il Signore, a queste ossa: Ecco, io faccio entrare in voi lo spirito e voi rivivrete; metterò su di voi dei muscoli, farò nascere su di voi della carne, vi coprirò di pelle, metterò in voi lo spirito, e rivivrete; e conoscerete che io sono il SIGNORE"». Io profetizzai come mi era stato comandato; e come io profetizzavo, si fece un rumore; ed ecco un movimento: le ossa si accostarono le une alle altre. Io guardai, ed ecco venire su di esse dei muscoli, crescervi la carne, e la pelle ricoprirle; ma non c’era in esse nessuno spirito. Allora egli mi disse: «Profetizza allo spirito, profetizza figlio d’uomo, e di’ allo spirito: "Così parla DIO, il Signore: Vieni dai quattro venti, o spirito, soffia su questi uccisi, e fa’ che rivivano!"». Io profetizzai, come egli mi aveva comandato, e lo spirito entrò in essi: tornarono alla vita e si alzarono in piedi; erano un esercito grande, grandissimo (Ez 37,4-10).
È interessante notare il mezzo con il quale Dio ridà la vita alle ossa secche: la profezia ovvero la predicazione! Dio coinvolge questo Suo profeta, come fa sempre (Am 3,7).
Alcuni predicano senza la potenza di Dio, e limitano il proprio ministero poiché nella vita di chi ascolta i loro sermoni, manca lo Spirito. Un ministero autorevole parlerà spiritualmente legando e sciogliendo per il Regno (Mt 18,18).
Amen!
 
Torna ai contenuti | Torna al menu