Diaconi - Beth Shalom Chiesa Evangelica Battista

Vai ai contenuti

Menu principale:

1 Timoteo 3.13

Perché quelli che hanno svolto bene il compito di diaconi, si acquistano un grado onorabile e una grande franchezza nella fede che è in Cristo Gesù

Il Signore ha riempito il mio cuore per considerare con voi il tema della diaconia.
L’immagine che presentiamo di Gesù è quella del Buon Pastore (Gv 10,11-14) ma Egli è tale essendo venuto come Colui che serve (Lc 22,26-27). 
È importante sapere che il verbo greco è proprio diakoneō [servire], da cui appunto deriva diacono [servitore, aiutante].
Non può esserci ministero senza servizio quindi neppure il pastorato può trascurare il senso della diaconia. 
È importante saperlo, perché spesso s’enfatizza molto di più la chiamata al pastorato di quella al diaconato, forse perché questo ultimo è ministero frainteso e dunque sminuito.
La diaconia non è un ministero inferiore e neppure riducibile a determinati elementi della vita di Chiesa. 
Diacono non è solo chi fa l’usciere o raccoglie le offerte durante le riunioni di culto, che pulisce e mette in ordine il locale di riunione, ma molto di più. 
Potremmo definire i diaconi nel NT come dirigenti di Chiesa, con requisiti da soddisfare (1Ti 3,8-13), a conferma che la vita della Comunità Cristiana non dipende esclusivamente dal ministero della Parola.
Il diaconato degnamente compiuto, comporterà rispetto e considerazione da parte dei fratelli (onore) e franchezza (coraggio nel ministrare), evitando qualsivoglia desiderio di visibilità!
Siamo chiamati a vivere Cristo ministrando in Suo nome, non per apparire (2Co 5,12) ma per servire.
Va detto che il diaconato non è un ordine religioso preparatorio al pastorato, altrimenti si crea confusione nell’esercizio dei doni: penso ai diascovi ovvero la crasi tra diaconi e vescovi, che definisce le persone che svolgono un ministero senza però essere state riconosciute appieno idonee per l’uno o l’altro ufficio sacro. 
Così non sia! ognuno ha il proprio dono da Dio (1Co 7,7), e soprattutto il NT non prevede la “carriera ecclesiastica”. 
Ovviamente, non dico che un fratello impegnato nella diaconia sia impedito all’anzianato, ma ciò dipende dallo Spirito non dalla denominazione.
Preghiamo per i diaconi, affinchè il loro servizio sia efficace. Riconosciamoli ministri di Dio poiché anche loro sono persone piene di Spirito Santo (At 6,3).
Che diaconia sia, sempre alla gloria di Dio! Tutti siamo servitori inutili (Lc 17,10) e dobbiamo tenere alta la Parola della Vita (Flp 2,15) in ogni circostanza.

Amen!

 
Torna ai contenuti | Torna al menu